Maledetta… maledettamente buona!

Una delle poche cose buone di Settembre? Il ritorno della Maledetta, la Bizzarra di questo mese: una birra a cui non riuscirete a resistere, a cominciare dal nome! Nata come omaggio al Sigaro Toscano Modigliani – “sigaro d’autore” creato nel 2010 e dedicato all’artista livornese – di cui riprende il gusto morbido, intenso e aromatico, è una Belgian Ale che si propone appunto come trait d’union tra la tradizione brassicola belga (che richiama nella morbidezza del corpo e nei sentori floreali e leggermente speziati dati dai lieviti d’origine belga) e quella anglosassone, evidente nella gasatura contenuta e nell’aroma intenso e agrumato dei luppoli utilizzati.

Si riparte!

Niente da fare, nonostante i riti propiziatori sulla spiaggia e gli ettolitri di birra bevuti per provare a fermare il tempo, Settembre si avvicina… E diciamocelo, a parte che per la speranza di un po’ di fresco e per l’atteso ritorno della Maledetta, ne avremmo fatto volentieri a meno. Per aiutarvi ad affrontare il ritorno alla routine, ecco un po’ di appuntamenti per bere bene e divertirsi in programma nelle prossime settimane dove saranno presenti anche le nostre birre (e in alcuni casi anche noi in carne ed ossa!)

Maledetto di un lievito! Il progetto raccontato da Andrea (parte II)

Qualche giorno fa vi abbiamo introdotto al nostro ultimo progetto, nel quale è coinvolta la Maledetta, attraverso il racconto di Andrea. In parole povere consiste nell’adozione di un protocollo per scorgere le caratterizzazioni che differenti lieviti possono apportare a una stessa birra. La prima parte del resoconto ha spiegato come ci siamo organizzati qui in birrificio (5 campioni di lievito per 15 combinazioni) e come ognuno dei partecipanti al panel taste ha deciso di affrontare l’arduo compito di valutazione. Ecco come è proseguita la degustazione, che, dopo un inizio molto rigoroso, ha inevitabilmente assunto toni goliardici…

Maledetto di un lievito! Il progetto raccontato da Andrea (parte I)

Chi ci conosce sa bene che alla base della nostra filosofia c’è un desiderio continuo di sperimentazione e miglioramento. E’ proprio sulla base di questo concetto che recentemente abbiamo messo in pratica una nuova idea per la nostra Maledetta, che consiste nell’adozione di un protocollo per scorgere le caratterizzazioni che differenti lieviti possono apportare a una stessa birra. Non lo nascondiamo: detta così può sembrare una cosa noiosa e poco interessante 🙂 , ma in realtà è un progetto particolarissimo e persino ricco di risvolti divertenti. A presentarlo ci pensa il nostro Andrea, con un resoconto che vi permetterà di scoprirete gli inediti risvolti tecnici che possono nascondersi dietro le quinte di un birrificio e che, grazie al potere aggregante della birra, risultano comunque piacevoli.

Birra del Borgo presenta le Bizzare: una sorpresa al mese, 12 mesi all’anno

Qui alla Birra del Borgo siamo sempre in fermento e le idee fluiscono senza soluzione di continuità. Ormai sarete abituati alla nostra sconfinata produzione, perciò abbiamo pensato di razionalizzarla secondo un calendario ben definito. Sono così nate le Bizzarre, birre prodotte una sola volta l’anno in concomitanza con un determinato mese, disponibili in quantità limitate in diversi formati: bottiglie, fusti e – udite udite – cask. Alcune sono birre che già conoscete molto bene, altre sono creazioni inedite o quasi. Vediamole nel dettaglio…